Home page | Tutte le Notizie | Pagina corrente: Coornavirus
Condividi:

Tutte le Notizie

Condividi:

Decreto Ristori: approvato dal Consiglio dei Ministri.

Pubblicata il 27 ottobre 2020 | Coronavirus


Il Consiglio dei Ministri n. 69 del 27 ottobre 2020 ha approvato il decreto legge recante "Ulteriori misure urgenti per la tutela della salute e per il sostegno ai settori produttivi maggiormente colpiti dall'epidemia Covid-19".
Sono previsti contributi a fondo perduto che arriveranno direttamente nel conto corrente delle categorie interessate, tra cui anche taxi e auto noleggiate con conducente, con bonifico dell'Agenzia delle Entrate.
I bar riceveranno il 150% di quanto avuto con il primo indennizzo a fondo perduto del decreto Rilancio, i ristoranti il 200%, mentre le discoteche, che da agosto non hanno mai riaperto, arriveranno al 400%.
Previste anche ulteriori misure: l'esenzione della seconda rata dell'IMU, che scade il 16 dicembre; un credito d'imposta di tre mesi per gli affitti commerciali, con l'importo deducibile dalle tasse future oppure girato al proprietario; la sospensione del versamento dei contributi previdenziali di novembre.
Specifici indennizzi saranno destinati ai lavoratori dello sport, agli stagionali del turismo e ai lavoratori dello spettacolo.
Sono 7 i fondi di sostegno per alcuni dei settori più colpiti: 400 milioni per agenzie di viaggio e tour operator; 100 milioni per editoria, fiere e congressi; 100 milioni di euro per il sostegno al settore alberghiero e termale; 400 milioni di euro per il sostegno all'export e alle fiere internazionali.
Previsto anche un apposito fondo per lo sport dilettantistico.
Per la cassa integrazione vengono introdotte sei settimane aggiuntive da utilizzare entro la fine di gennaio.
Sempre alla fine di gennaio viene prorogato il blocco dei licenziamenti introdotto all'inizio della pandemia.
Sono anche previste due mensilità aggiuntive di reddito d'emergenza, riservato alle famiglie in difficoltà e la sospensione ai pignoramenti degli immobili fino alla fine dell'anno.
Specifici interventi andranno a rafforzare ulteriormente la salute e la sicurezza, tra i quali, lo stanziamento dei fondi necessari per la somministrazione di 2 milioni di tamponi rapidi presso i medici di famiglia e l'istituzione presso il Ministero della salute del Servizio nazionale di risposta telefonica per la sorveglianza sanitaria e per tracciare i contatti delle persone positive al Covid.
L'articolo 22 del provvedimento amplia le tutele per i genitori durante il periodo di quarantena obbligatoria del figlio convivente per contatti scolastici.
Viene portata da 14 a 16 anni l'età entro cui il genitore convivente, lavoratore dipendente sia pubblico che privato, può richiedere l'accesso al lavoro agile in caso di quarantena del figlio dovuta a contatti verificatosi nell'ambito del plesso scolastico, attività sportive, strutture frequentate per seguire lezioni musicali e linguistiche o sia stata disposta la sospensione dell'attività didattica in presenza del figlio minore di anni sedici.
Viene estesa alla sospensione dell'attività didattica in presenza la possibilità, per uno dei due genitori, di astenersi dalla prestazione lavorativa percependo un indennità pari al 50% della retribuzione. Per questa casistica il figlio convivente deve ssere minore di anni 14.
In caso di quarantena di figli di età compresa fra 14 e 16 anni, i genitori hanno diritto di astenersi dal lavoro senza corresponsione di retribuzione o indennità né riconoscimento di contribuzione figurativa, con divieto di licenziamento e diritto alla conservazione del posto di lavoro.
Ultimo aggiornamento 29 ottobre 2020: (*) il Decreto - Legge n. 137 del 28 ottobre 2020, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 269/2020 - Edizione straordinaria, entra in vigore dal 29 ottobre 2020.

Altre notizie

Seleziona il mese


e l'anno
Non ci sono allegati alla notizia
ANAGRAFICA ENTE

Comune di Molinella (BO) - Italy
Piazza Anselmo Martoni, 1
40062 Molinella (BO)
Tel. 051/690.68.11 - Fax 051/88.72.19
Email: comune@comune.molinella.bo.it
PEC: comune.molinella@cert.provincia.bo.it
P.Iva: 00510171200 - C.Fiscale: 00446980377
ACCESSIBILITÀ

Questo sito, interamente gestito con il CMS i-Plug, è accessibile a tutti gli utenti indipendentemente dalla piattaforma (smarthphone e tablet compresi) o dal browser usato perché il codice che lo sostiene è compatibile con le direttive del consorzio internazionale W3C che definisce gli standard di sviluppo per il web: XHTML1.0
Dichiarazione di accessibilità.
CREDITI

La redazione e la gestione di questo sito è a carico del Servizio Comunicazione. Per inviare segnalazioni: redazione@comune.molinella.bo.it
Pubblicato nel settembre del 2012
Web design Punto Triplo
Realizzazione sito Punto Triplo
Privacy policy del sito