Home page | Il Comune | Uffici Comunali | Sportello Sociale | Pagina corrente: Bonus energia elettrica
Condividi:

Il Comune

Uffici Comunali

Condividi:

Sportello Sociale

Bonus energia elettrica

Che cos'è

Il bonus sociale (ovvero 'il regime di compensazione della spesa sostenuta dai clienti domestici per la fornitura di energia elettrica'), introdotto dall'Autorità per l'Energia Elettrica ed il Gas con delibera ARG/elt n. 117/2008, è uno strumento che ha l'obiettivo di sostenere le famiglie in condizione di disagio economico, garantendo loro un risparmio sulla spesa annua per energia elettrica. 

Il bonus è previsto anche per i casi di grave malattia che imponga l'uso di apparecchiature elettromedicali indispensabili per il mantenimento in vita.

Dal 1° gennaio 2021 i bonus sociali per disagio economico saranno riconosciuti automaticamente ai cittadini/nuclei familiari che ne hanno diritto
, come stabilito dal decreto legge n. 124 del 26 ottobre 2019, convertito con modificazioni dalla legge n. 157 del 19 dicembre 2019.
Sarà sufficiente che ogni anno, a partire dal 2021, il cittadino/nucleo familiare presenti la Dichiarazione Sostitutiva Unica (DSU) per ottenere l'attestazione ISEE utile per le differenti prestazioni sociali agevolate.

Pertanto, a partire dalla suddetta data, eventuali domande presentate presso i Comuni o i CAF non potranno essere accettate e non saranno in ogni caso valide per avere accesso all'agevolazione: sarà sufficiente richiedere l'attestazione ISEE.
Se il nucleo familiare rientrerà nelle condizioni che danno diritto al bonus, l'INPS, in conformità a quanto previsto dalla normativa sulla privacy, invierà i dati necessari al Sistema Informativo Integrato (SII) gestito dalla società Acquirente Unico, che provvederà ad incrociare i dati ricevuti con quelli relativi alle forniture di elettricità, gas e acqua consentendo l'erogazione automatica del bonus agli aventi diritto.

Domande di rinnovo dei bonus in corso i cui termini scadono nei mesi di novembre e dicembre 2020.
Qualora il bonus in corso di erogazione nel mese di novembre 2020 sia stato richiesto con l'attestazione ISEE del 2019, sarà possibile presentare la domanda di rinnovo.
In tutti i casi in cui i cittadini hanno un bonus in scadenza nei mesi di novembre e dicembre 2020, presentati e ammessi con l'attestazione ISEE del 2020, per ottenere il bonus sarà necessario presentare la DSU (Dichiarazione Sostitutiva Unica che serve per ottenere l'ISEE) nel mese di gennaio 2021. 

Le condizioni necessarie per avere diritto ai bonus per disagio economico non cambiano:
• appartenere ad un nucleo familiare con indicatore ISEE non superiore a 8.265 euro, oppure
• appartenere ad un nucleo familiare con almeno 4 figli a carico (famiglia numerosa) e indicatore ISEE non superiore a 20.000 euro, oppure
• appartenere ad un nucleo familiare titolare di Reddito di cittadinanza o Pensione di cittadinanza.
Uno dei componenti del nucleo familiare ISEE deve essere intestatario di un contratto di fornitura elettrica e/o gas e/o idrica con tariffa per usi domestici e attivo, oppure usufruire di una fornitura condominiale gas e/o idrica attiva.
Ogni nucleo familiare ha diritto a un solo bonus per tipologia - elettrico, gas, idrico - per anno di competenza.

Per tutte le indicazioni, consultare sul sito SGAte le FAQ nella sezione: Bonus sociale - Cosa cambia nel 2021.

Per l'accesso al bonus per disagio fisico, invece, nulla cambia dal 1 gennaio 2021: i soggetti che si trovano in gravi condizioni di salute e che utilizzano apparecchiature elettromedicali dovranno continuare a fare richiesta presso i Comuni e o i CAF delegati.
Si precisa che i bonus in corso di erogazione al 31 dicembre 2020 continueranno ad essere erogati con le modalità attualmente in vigore.

Per ogni altra informazione o chiarimento e per ricevere assistenza è possibile contattare il Call Center dello Sportello per il Consumatore Energia e Ambiente per i cittadini al Numero Verde 800166654.

Si ricorda che tutte le informazioni aggiornate sono sempre disponibili sul portale SGAte all'indirizzo: http://www.bonusenergia.anci.it/.

Come funziona

Con determina 11/2020 - DACU del 29 dicembre, l'ARERA - in previsione dell'entrata in vigore del riconoscimento automatico dei bonus sociali per disagio economico dal 1° gennaio 2021 - fornisce le disposizioni per la gestione del periodo di transizione verso il nuovo sistema di riconoscimento.

Nello specifico:
è bloccato, dal 1° gennaio 2021, l'ingresso nel sistema SGAte delle domande di bonus sociale elettrico, gas e/o idrico per disagio economico delle domande di rinnovo dei bonus sociali di disagio economico, delle domande di variazione della localizzazione della fornitura, delle domande di riemissione dei bonifici domiciliati (anche mortis causa) di cui, rispettivamente, ai Moduli A, RS, VF, G, Gbis,allegati alle Determine 1/2020-DACU, 9/2020-DACU e 12/2018-DACU;
è bloccato, dal 1° gennaio 2021, il processo gestito dal sistema SGAte funzionale all'invio delle missive ai clienti domestici in condizioni di disagio economico, salvo per l'invio delle missive funzionali al ritiro da parte degli aventi diritto dei bonifici domiciliati relativi a domande di bonus ammesse nel sistema SGAte negli ultimi due mesi dell'anno 2020, fino all'invio dell'ultimo blocco entro il 15 aprile 2020;
è consentito alle imprese di distribuzione di energia elettrica e di gas naturale e ai gestori del servizio idrico integrato la restituzione d'esito al sistema SGAte per le domande ammesse al sistema negli ultimi due mesi del 2020, da effettuarsi entro e non oltre il 28 febbraio 2021. Entro il medesimo termine del 28 febbraio 2021 è possibile inserire nel sistema SGAte le eventuali rettifiche d'esito relative alle domande analizzate nel corso dell'anno 2020;
resta aperto il canale di presa in carico da parte delle imprese di distribuzione e dei gestori del servizio idrico integrato, delle domande ammesse nel sistema SGAte nel corso dell'anno 2020 ed oggetto di successivo/a riesame o revoca entro e non oltre il 30 novembre 2021, per consentire, rispettivamente, il riconoscimento del/dei bonus agli aventi diritto o la cessazione dell'erogazione della compensazione nei casi di perdita dei requisiti di ammissione;
per i bonus sociali per disagio economico afferenti domande ammesse nel sistema SGAte fino al 31 dicembre 2020 e relative a forniture elettriche, a forniture di gas naturale e/o idriche a clienti domestici/utenti diretti, l'erogazione della quota parte di bonus residua, a copertura del 12 (dodici) mesi di durata della compensazione, può avvenire in base ad una delle seguenti modalità, garantendo in ogni caso la tracciabilità e l'identificazione del soggetto beneficiario dell'agevolazione:
secondo le modalità e le tempistiche previste dal TIBEG e dal TIBSI;
frazionando l'importo spettante in quote omogenee nelle fatture emesse da gennaio a giugno 2021;
nei casi in cui il periododi agevolazione superi il mese di giugno 2021, erogando comunque l'ultima quota spettante in un'unica soluzione, nella prima fattura utile successiva al 30 giugno 2021;
con un contributo una tantum erogato attraverso assegno, bonifico bancario o postale o altra modalità indirettaentro il 30 giugno 2021;
per i bonus sociali gas afferenti a clienti domestici indiretti e a domande ammesse nel sistema SGAte fino al 31 dicembre 2020, SGAte mette a disposizione della Cassa per i Servizi Energetici e Ambientali e a Poste Italiane le informazioni necessarie affinché l'erogazione prosegua con le ordinarie modalità di messa in pagamento attraverso il bonifico domiciliato.

Requisiti richiesti

Potranno accedere al bonus sociale tutti i clienti domestici, intestatari di una fornitura elettrica nell'abitazione di residenza con potenza impegnata fino a 3 kW, che abbiano un ISEE inferiore o uguale a 8.107,50.
Il valore soglia ISEE, con decorrenza 1 gennaio 2020, è aggiornato a: 8.265 euro (delibera ARERA 499/2019/R/com).
Hanno inoltre diritto al bonus sociale le famiglie numerose (con 4 o più figli a carico) con reddito ISEE fino a 20.000 euro.

Possono anche usufruirne tutti i clienti presso i quali vive un soggetto affetto da grave malattia, costretto ad utilizzare apparecchiature elettromedicali necessarie per il mantenimento in vita. In questi casi, per avere accesso al bonus sociale, il cliente finale deve essere in possesso di un certificato ASL che attesti:
- la necessità di utilizzare tali apparecchiature,
- il tipo di apparecchiatura utilizzata;
- l'indirizzo presso il quale l'apparecchiatura è installata;
- la data a partire dalla quale il cittadino utilizza l'apparecchiatura.
I due bonus sono cumulabili qualora ricorrano i rispettivi requisiti di ammissibilità.

Potranno automaticamente usufruire del Bonus elettricità, analogamente a quanto previsto per il bonus idrico e gas dal D. Lgs. n. 147/2017 che ha introdotto il Reddito di inclusione, anche i titolari di Carta Acquisti o di Carta ReI.

Il bonus elettrico per disagio economico, sempre nel rispetto dei requisiti previsti per ogni singola misura, è cumulabile con il bonus gas e il bonus idrico.

Cambiamento delle condizioni di riconoscimento del bonus

Cambio di residenza:
Se il cittadino cambia residenza durante il periodo di godimento del bonus sociale, dovrà recarsi presso il nuovo Comune di residenza per effettuare nuovamente la domanda. In questo caso il bonus sarà trasferito sulla nuova abitazione e sarà applicato fino alla scadenza originaria del diritto.
Variazione del numero di componenti:
L'aumento o la diminuzione del numero di componenti non fanno variare l'importo del bonus durante i 12 mesi di godimento. Tale informazione verrà recepita solo al momento del rinnovo della domanda di ammissione al bonus.
Variazione del reddito:
Analogamente alla variazione del numero di componenti, anche le variazioni della situazione reddituale e patrimoniale del cittadino verranno recepite solo al momento della rinnovo della domanda di ammissione al bonus.

Ulteriori informazioni

Informazioni aggiornate sui Bonus sono disponibili sul sito dell'ANCI: http://www.bonusenergia.anci.it/.

Modulistica

Bonus sociale - Domanda/rinnovo (mod.A)
Bonus sociale energia - Rinnovo semplificata (RS)
Non ci sono allegati alla pagina
ANAGRAFICA ENTE

Comune di Molinella (BO) - Italy
Piazza Anselmo Martoni, 1
40062 Molinella (BO)
Tel. 051/690.68.11 - Fax 051/88.72.19
Email: comune@comune.molinella.bo.it
PEC: comune.molinella@cert.provincia.bo.it
P.Iva: 00510171200 - C.Fiscale: 00446980377
ACCESSIBILITÀ

Questo sito, interamente gestito con il CMS i-Plug, è accessibile a tutti gli utenti indipendentemente dalla piattaforma (smarthphone e tablet compresi) o dal browser usato perché il codice che lo sostiene è compatibile con le direttive del consorzio internazionale W3C che definisce gli standard di sviluppo per il web: XHTML1.0.
Mobile friendly
CREDITI

La redazione e la gestione di questo sito è a carico del Servizio Comunicazione. Per inviare segnalazioni: redazione@comune.molinella.bo.it
Pubblicato nel settembre del 2012
Web design Punto Triplo
Realizzazione sito Punto Triplo
Privacy policy del sito