Home page | Il Comune | Uffici Comunali | Anagrafe - Sportello del... | Pagina corrente: Carta d'identità...
Condividi:

Il Comune

Uffici Comunali

Condividi:

Anagrafe - Sportello del Cittadino

Carta d'identità elettronica (CIE)

Cos'è e a cosa serve

La carta d'identità elettronica, ha sostituito il documento di riconoscimento cartaceo: consente l'identificazione del titolare e permette ai cittadini italiani di viaggiare all'estero in determinati Paesi (per approfondimentI: https://europa.eu/youreurope/citizens/travel/entry-exit/eu-citizen/index_it.htm).

Oltre all'impiego ai fini dell'identificazione, la nuova Carta di identità elettronica può essere utilizzata per richiedere una identità digitale sul sistema SPID (Sistema Pubblico di Identità Digitale).
Tale identità, utilizzata assieme alla CIE, garantisce l'accesso ai servizi erogati dalle Pubbliche Amministrazioni.
La CIE può inoltre essere utilizzata come strumento di firma elettronica e smart card per servizi ad accesso veloce (es.: badge identificativi e abbonamenti elettronici).
Per illustrare le diverse funzioni di utilizzo della CIE, l'Istituto Poligrafico e Zecca dello Stato e Anusca hanno realizzato quattro utili video:
CieSign: la firma elettronica a portata di smartphone.
"Entra con CIE" in modalità "mobile".
"Entra con CIE" in modalità "desktop con smartphone".
"Entra con CIE" in modalità "desktop".
Tutte le informazioni e i video sono disponibili all'indirizzo: http://www.anusca.it/CIE-video-nuovi-utilizzi-online.
Speciale Ministero dell'Interno dedicato alla CIE come chiave di accesso e autenticazione per accedere ai servizi online delle PA: https://www.cartaidentita.interno.gov.it/.

Entra con CIE - Livelli 1 e 2 a cura del Ministero dell'Interno.
L'accesso ai servizi online con le credenziali CIE (livello 1 e 2) non richiede la lettura della carta e il possesso di particolari tecnologie (come ad es. l'NFC per l'accesso con il livello 3): basta utilizzare una coppia di credenziali (username e password) precedentemente creata o, se richiesto dal servizio, un secondo fattore di autenticazione (codice temporaneo OTP, scansione QR code).
Come attivare le credenziali di livello 1 e livello 2.
Per poter utilizzare le credenziali è necessario prima “attivarle” tramite la procedura online.
È sufficiente aver effettuato la richiesta di emissione della CIE e aver fornito i propri contatti (numero di cellulare ed e-mail).
Le credenziali possono essere attivate, anche prima della consegna della CIE, semplicemente inserendo il proprio codice fiscale, il numero di serie della CIE e alcune cifre della prima metà del codice PUK (presenti sulla ricevuta che è stata rilasciata) e proseguendo con la procedura di attivazione.
È sempre possibile revocare le proprie credenziali di livello 1 e 2 tramite la funzionalità disponibile nell'area personale.
Tutte le informazioni e un video tutorial sono disponibili all'indirizzo: https://www.cartaidentita.interno.gov.it/info-utili/entra-con-cie-livelli-1-e-2/.

Entra con CIE - Livello 3 a cura del Ministero dell'Interno.
Chi ha uno smartphone dotato di tecnologia NFC può scegliere di accedere con il massimo livello di sicurezza (livello 3): basta aprire l'App CieID e registrare la propria carta inserendo il PIN di otto cifre e avvicinando la Carta sul retro dello smartphone quando richiesto.

Cosa sono PIN e PUK e come utilizzarli a cura del Ministero dell'Interno.
Insieme alla CIE il cittadino riceve due codici di sicurezza, il PIN e il PUK.
Tali codici vengono forniti in due parti, la prima delle quali è contenuta sempre nell'ultimo foglio della ricevuta cartacea fornita dall'operatore comunale al termine della richiesta di rilascio presso lo sportello.
La seconda parte è contenuta nella lettera di accompagnamento presente nella busta con cui il cittadino riceve la CIE.
Il cittadino deve unire le due metà e conservare con cura i due codici così ottenuti.
Essi sono necessari nel momento in cui si utilizza la CIE per accedere ai servizi digitali in rete, mediante Entra con CIE oppure quando si utilizza il documento con il Software CIE come descritto nel manuale d'uso di quest'ultimo.

Nel dettaglio, il codice PIN (Personal Identification Number) è necessario per abilitare l'accesso vero e proprio per il tramite della CIE mentre il PUK (Personal Unblocking Number) è necessario per sbloccare il PIN a seguito di tre tentativi errati di immissione, impostando, eventualmente, un nuovo valore.
Lo sblocco del PIN mediante il PUK è possibile da computer mediante il Software CIE e da smartphone mediante l'app CIE ID.

Recupero codici PIN/PUK.
In caso di smarrimento di uno o di entrambi i codici, per la ristampa del PIN e PUK non è richiesta la denuncia, ma l'interessato (o il genitore per i figli minori) deve presentarsi allo Sportello del Cittadino - Anagrafe, negli orari di apertura al pubblico (non occorre appuntamento) ed esibire il documento di identità.
Eccezionalmente, è possibile inviare la richiesta di recupero dei codici PIN e PUK della CIE, disponibile nella sottostante sezione Modulistica, compilata e sottoscritta all'indirizzo: cie@comune.molinella.bo.it, allegando copia della CIE.
La domanda può essere inoltrata dall'interessato o dal genitore o tutore per il figlio minore.

I cittadini che hanno fornito i propri contatti (e-mail e/o numero di cellulare) in fase di richiesta della CIE, possono recuperare il codice PUK direttamente dalla nuova app CieID, disponibile da marzo 2023.
Tutte le indicazioni su come farlo sono disponibili nella pagina informativa: https://www.cartaidentita.interno.gov.it/info-utili/recupero-puk/.
La nuova funzione consente di evitare di recarsi al Comune in caso di smarrimento dei codici e di recuperare in autonomia e in pochi passi il codice PUK per poter impostare un nuovo codice PIN e accedere ai servizi online.
I cittadini che non ricordano o non hanno fornito i contatti al momento della richiesta della CIE, possono recarsi presso qualsiasi Comune e richiedere l'aggiornamento dei contatti e, se necessario, anche la ristampa dei codici PIN e PUK.

Come si ottiene

Il primo rilascio/rinnovo può essere richiesto sei mesi prima della data di scadenza oppure in caso di furto, smarrimento o deterioramento.

Le carte cartacee, in corso di validità, possono essere rinnovate prima del 180° giorno antecedente la scadenza.

Open day rilascio CIE 2024.
Anche nell'anno 2024, per facilitare e accellerare il rlascio della CIE saranno organizzati degli Open day:
martedì 13 febbraio 
martedì 12 marzo
martedì 16 aprile
martedì 14 maggio
dalle ore 8:30 alle16:30 senza appuntamento per i cittadini residenti a Molinella fino a un massimo di 40 rilasci.

Il cambio di residenza non è motivo per rinnovare la carta.

La CIE non viene consegnata direttamente a sportello al momento della richiesta, ma stampata e spedita entro 7 giorni lavorativi dall'Istituto Poligrafico e Zecca dello Stato presso l'indirizzo indicato dal cittadino o presso la sede comunale.
Pertanto, si raccomanda di monitorarne in tempo utile la scadenza.

Quanto costa

La nuova CIE costa €. 22,00 (€ 16,79 per lo Stato ed € 5,21 per il Comune), comprende anche le spese di spedizione e deve essere pagata al momento della richiesta di rilascio, in contatnti o tramite POS.

Quanto dura

La validità della Carta di identità elettronica è la stessa della cartacea e quindi:
• 3 anni per i minori di età inferiore a 3 anni;
• 5 anni per i minori di età compresa tra i 3 e i 18 anni;
• per i maggiorenni la carta, ai sensi del Regolamento (UE) 2019/1157, ha una validità massima di 10 anni, pertanto scade dopo 9 anni più i giorni intercorrenti fra la data della richiesta e la data di nascita.

Cosa serve per il rilascio

Le pratiche di emissione della C.I.E. vengono svolte solo su appuntamento da prenotare mediante agenda online per i cittadini residenti a Molinella: molinella-cie.youcanbook.me/, esclusivamente in presenza dell'interessato, anche se minore di età non è possibile agire per delega o procura.
Per situazioni particolari inviare un'e-mail all'indirizzo: cie@comune.molinella.bo.it.

Presentarsi all'appuntamento muniti di:
1. una fototessera a colori in formato cartaceo (con il viso ritratto per intero - devono essere ben visibili gli occhi, quindi senza occhiali)
2. carta di identità in scadenza o scaduta o deteriorata
3. tessera sanitaria / codice fiscale
4. denuncia di furto o smarrimento effettuata presso le autorità competenti, in caso di furto o smarrimento della carta precedente
5. passaporto o documento di riconoscimento, rilasciato dal paese di origine, per i cittadini stranieri in caso di prima emissione
6. permesso di soggiorno.

Minori.
Per i minori che non sono in possesso di alcun documento, occorre la presenza di entrambi i genitori, ai fini del riconoscimento.
Per quelli che possono esibire altro documento (carta in scadenza/scaduta, passaporto, permesso di soggiorno) è possibile rilasciare la CIE in presenza di un solo genitore.
Validità per l'espatrio: il modulo online per l'assenso all'espatrio dei minori, pubblicato dal 6 marzo 2024, con accesso tramite SPID, CIE e CNS, da compilare da parte del genitore impossibilitato a recarsi all'Ufficio Anagrafe, è disponibile al link:
https://comunemolinella-bo.elixforms.it/rwe2/module_preview.jsp?MODULE_TAG=MOD_ESP_001.

Una scelta in Comune

In occasione del rinnovo o del rilascio della C.I.E., è possibile esprimere la volontà sulla donazione di organi e tessuti.
Non esistono limiti massimi di età per esprimere la propria volontà.
Al cittadino maggiorenne che desidera esprimere la propria volontà viene richiesto di sottoscrivere un modulo indicando il consenso o il diniego alla donazione e viene rilasciata copia della dichiarazione.
La decisione, registrata dall'operatore del Comune, è trasmessa in tempo reale al SIT - Sistema Informativo Trapianti, la banca dati del Ministero della Salute che raccoglie tutte le dichiarazioni.
Se il cittadino ritiene di non esprimere alcuna volontà, la carta di identità è rilasciata senza alcuna registrazione nel SIT.
In ogni caso sul documento d'identità, non viene trascritto nulla.
E' sempre possibile cambiare idea sulla donazione perché fa fede l'ultima dichiarazione rilasciata in ordine di tempo; in caso di ripensamento, la nuova volontà di donare o meno dovrà essere manifestata presso l'ASL del territorio, ma si può anche esprimere al momento dell'ulteriore rinnovo della carta di identità.

Restano valide anche le altre modalità di dichiarazione di volontà:
- Richiedendo il modulo presso la propria ASL di appartenenza.
- Firmando l'atto olografo dell'Associazione Italiana Donatori di Organi (AIDO).
- Compilando e firmando la Tessera Regionale del Donatore o le tessere del delle Associazioni di Donatori e Malati, (da portare sempre con sé).
- Sottoscrivendo la propria volontà su un foglio libero unitamente ai propri dati anagrafici (da portare sempre con sé).

Per avere maggiori informazioni sulla donazione degli organi e tessuti consultare il sito ufficiale del Centro Nazionale Trapianti oppure le FAQ Donazione: non esistono domande imbarazzanti a cura del Ministero dell'Interno.

Modulistica

Anagrafe - CIE - Assenso per espatrio minori (rev.3/4/24)
Anagrafe - CIE - Open day rilascio per i cittadini residenti a Molinella 2024 (rev.11/3/24)
Anagrafe - CIE - Richiesta recupero codici PIN e PUK (rev. 11/3/24)
Non ci sono allegati alla pagina
ANAGRAFICA ENTE

Comune di Molinella (BO) - Italy
Piazza Anselmo Martoni, 1
40062 Molinella (BO)
Tel. 051/690.68.11 - Fax 051/88.72.19
Email: comune@comune.molinella.bo.it
PEC: comune.molinella@cert.provincia.bo.it
P.Iva: 00510171200 - C.Fiscale: 00446980377
ACCESSIBILITÀ

Questo sito, interamente gestito con il CMS i-Plug, è accessibile a tutti gli utenti indipendentemente dalla piattaforma (smarthphone e tablet compresi) o dal browser usato perché il codice che lo sostiene è compatibile con le direttive del consorzio internazionale W3C che definisce gli standard di sviluppo per il web: XHTML1.0
Dichiarazione di accessibilità.
CREDITI

La redazione e la gestione di questo sito è a carico del Servizio Comunicazione. Per inviare segnalazioni: redazione@comune.molinella.bo.it
Pubblicato nel settembre del 2012
Web design Punto Triplo
Realizzazione sito Punto Triplo
Privacy policy del sito