Home page | Il Comune | Uffici Comunali | Servizio Tributi | Pagina corrente: Tassa Smaltimento...
Condividi:

Il Comune

Uffici Comunali

Condividi:

Servizio Tributi

Tassa Smaltimento Rifiuti Solidi Urbani (TARSU)

Che cos'è

La tassa è dovuta da chiunque occupa o utilizza locali e aree scoperte adibiti a qualsiasi uso (sono escluse le aree comuni del condominio, le aree scoperte di pertinenza o accessorie di abitazioni civili, le aree a verde).
Sono quindi tenuti al pagamento tutti coloro che usano o hanno a disposizione una casa, un negozio o qualsiasi immobile, o chiunque usufruisca di una occupazione di suolo pubblico.

Come funziona

All'inizio dell'occupazione o detenzione dell'immobile il contribuente deve presentare una dichiarazione relativa ai locali e aree assoggettabili alla tassa, usando l'apposito modulo in distribuzione presso l'ufficio tributi. 
Il 20 gennaio dell'anno successivo è il termine ultimo per presentare la denuncia relativa all'anno precedente.
La dichiarazione viene presentata una sola volta ed è quindi valida anche per gli anni successivi, purché non cambino le condizioni iniziali.
Altrimenti, il contribuente dovrà dichiarare ogni variazione relativa a locali ed aree, alla loro superficie e alla destinazione, usando le stesse modalità ed entro gli stessi termini della dichiarazione originale.
Va presentata denuncia di cancellazione anche quando cessa l'occupazione o l'uso di locali ed aree avvenuta nel corso dell'anno. 
La cessazione non avviene automaticamente con il cambio di domicilio o di residenza.

Quanto costa

L'importo della tassa varia in base alla superficie e all'uso a cui l'immobile è destinato. A seconda della categoria è applicata una diversa tariffa al metro quadrato.
Le tariffe sono determinate annualmente con delibera della Giunta Comunale.

La tassa si paga attraverso l'avviso di pagamento in due rate. 
Si può pagare nei seguenti modi:
1. presso gli uffici postali;
2. presso qualunque agenzia bancaria.

I pagamenti devono essere effettuati entro le scadenze indicate.
In caso di mancato pagamento degli avvisi, sarà emessa una cartella esattoriale che dovrà essere pagata entro 60 giorni dalla notifica.

Riduzioni

1) riduzione del 20% per i locali adibiti a civile abitazione occupati da un nucleo familiare composto da una sola persona: è irrilevante la situazione anagrafica.
2) riduzione del 30% per abitazioni tenute a disposizione per uso stagionale o altro uso limitato e discontinuo a condizione che tale destinazione sia specificata nella denuncia originaria o di variazione dichiarando espressamente di non volere cedere l’alloggio in locazione o in comodato.
3) riduzione del 30% per i locali diversi dalle abitazioni ed aree scoperte e comunque non aree occupate da banchi di vendita all’aperto, adibiti ad uso stagionale o ad uso non continuativo ma ricorrente, risultante da licenza o autorizzazione per l’esercizio dell’attività non superiore a sei mesi.
4) riduzione del 30% per l’utente che risieda o abbia dimora per più di sei mesi all’anno fuori dal territorio nazionale.
5) riduzione del 10% per gli agricoltori accupanti la parte abitativa della costruzione rurale.
6) riduzione del 50% per i locali adibiti a civile abitazione occupati da un nucleo familiare composto da una persona pensionata ultrasessantacinquenne e con reddito lordo annuo non superiore a euro 4906,34: è irrilevante la situazione anagrafica.
7) riduzione del 50% per i locali adibiti a civile abitazione occupati da un nucleo familiare composto da due persone pensionate ultrasessantacinquenni e reddito lordo non superiore a euro 8263,31.
Le riduzioni non sono fra loro cumulabili.
Le riduzioni saranno concesse a domanda degli interessati, debitamente documentata e previo accertamento dell’effettiva sussistenza di tutte le condizioni suddette, con effetto dall’anno successivo a quella in cui è stata presentata.
Nel caso di dichiarazione mendace, il sottoscrittore incorrerà nelle responsabilità penali previste dall’articolo 76 del D.P.R. 28/12/2000 n. 445.

Esenzioni

L’esenzione della tassa si applica in caso di:
1) abitazione occupata da persone sole o riunite in nuclei assistenziali autogestiti, nullatenenti senza alcun diritto reale di godimento o in condizioni di accertata indigenza, quali i titolari di pensione sociale minima, non aventi parenti tenuti per legge agli alimenti e le persone assistite permanentemente dal Comune, limitatamente ai locali direttamente abitati
2) locali e aree delle associazioni che perseguono finalità di alto rilievo sociale o culturale per le quali il Comune si assume interamente le spese di gestione
3) locali e aree occupate da scuole di ogni ordine e grado pubbliche o strutture scolastiche private ecclesiastiche, che attuino la raccolta differenziata di almeno una tipologia di rifiuti solidi urbani tra quelli individuati nel Regolamento di nettezza urbana.

Normativa

Regolamento per l'applicazione della tassa per lo smaltimento dei rifiuti solidi urbani (TARSU)
Tributi - Tassa per lo smaltimento dei rifiuti solidi urbani (TARSU) - Tariffe 2012

Modulistica

Tassa rifiuti - Detassazione/Esenzione
Tassa rifiuti - Rimborso
Tassa rifiuti - Sospensione
Non ci sono allegati alla pagina
ANAGRAFICA ENTE

Comune di Molinella (BO) - Italy
Piazza Anselmo Martoni, 1
40062 Molinella (BO)
Tel. 051/690.68.11 - Fax 051/88.72.19
Email: comune@comune.molinella.bo.it
PEC: comune.molinella@cert.provincia.bo.it
P.Iva: 00510171200 - C.Fiscale: 00446980377
ACCESSIBILITÀ

Questo sito, interamente gestito con il CMS i-Plug, è accessibile a tutti gli utenti indipendentemente dalla piattaforma (smarthphone e tablet compresi) o dal browser usato perché il codice che lo sostiene è compatibile con le direttive del consorzio internazionale W3C che definisce gli standard di sviluppo per il web: XHTML1.0.
Mobile friendly
CREDITI

La redazione e la gestione di questo sito è a carico del Servizio Comunicazione. Per inviare segnalazioni: redazione@comune.molinella.bo.it
Pubblicato nel settembre del 2012
Web design Punto Triplo
Realizzazione sito Punto Triplo
Privacy policy del sito